Header

Censimento dei Fedeli

Diventa Seguace di Iaco

Descrizione

La Chiesa di Iaco è la prima Chiesa nata su Facebook.

Iaco, nuovo Signore delle Genti, vi ama.

Il suo sorriso illumina i mondi.

giovedì 7 aprile 2011

Go to the 'beach'.

L'inglese è così bello... Ad esempio è bello dire..."Andiamo a mare,wagliù" Il che tradotto in inglese è, "Go to the beach!"
E con una variazione fonetica semplice, Go to the bitch, magicamente diventa Andiamo a PUTTANE.

Ndr: per scrivere questo modesto contributo ci sono voluti 20 minuti. Grazie Censura di Facebook.

martedì 5 aprile 2011

Corri,tu che puoi.Più che puoi.

Stamane mi ritrovo qui,più per necessità che per volontà.
A riempire la noia.A spezzare il tempo.
Credo che non ci sia modo peggiore di trascorrere l'esistenza.
E allora voglio correre,e mai rincorrere.
Correre più che posso per capire limiti e fregarmene.
Correre.Per avere il fiatone e realizzare finalmente che tutto nella vita,ha un prezzo.

giovedì 31 marzo 2011

La persecuzione.

E' proprio vero.
Perchè esista Iaco,ci dev'essere il suo Diavolo-dIacolo.
E Noi sappiamo chi è.

Prenditi a schiaffi da sola.
Non basterà.
Perchè non ti ho perdonato.

La Persecuzione

- La tua Pagina "La Chiesa di Iaco" è stata rimossa perché violava le nostre Condizioni d'uso. Le Pagine Facebook possono essere utilizzate solo a scopo commerciale o promozionale. Tra le altre cose, non sono consentite Pagine oscene o contenenti messaggi di odio o minacce. Verranno inoltre rimosse le Pagine che attaccano un singolo individuo o un gruppo o che sono create da persone non autorizzate. Se la tua Pagina è stata rimossa per uno dei motivi di cui sopra, non verrà ripristinata. Un continuo uso improprio delle funzioni di Facebook potrebbe comportare la perdita permanente del tuo account. -



Colpiteci. Feriteci. Denunciateci con queste liste di proscrizione mediatiche del cazzo.


Non potete fermarci.


La Persecuzione è una tappa necessaria per l'affermazione di qualsiasi Credo dominante.


Più il sangue scorre, più macchia tutto.

Martirio è Pubblicità.

"Relationship"

Quando troppo tiri o quando troppo molli,la corda spezzata si è.

martedì 29 marzo 2011

La Fuga

Osservo con occhi lucidi il fuoco sputare via lampi di sè. Fiamme. Diffonderle fin su nella canna del camino dove queste si annullano come fuochi d'artificio muti.
Vorrei essere come il fuoco: diffondere la mia gioia,i miei sorrisi,il mio 'voler bene'.Sputare via lampi di me.
Vorrei fosse così sempre.
Vorrei che tutti siano così.
Ma ahimè,circolano troppe macchine senza sentimenti,senza pudore,senza ambizioni.
Ma a volte,la vita ti pone di fronte a delle decisioni,ecco che lì ritorna la volontà a lottare con la necessità in una guerra senza fine.
La vita ti pone di fronte a chi ha già avuto tutto,e non sa darti niente,perchè è troppo abituato a ricevere più che a donare.
E tu non sai cosa fare.Sei inerte,libero e costretto allo stesso tempo.
Ti chiedi perchè proprio a te. Perchè solo a te. Perchè è merda tutto ciò che prima o poi viene a galla.
Questo mondo è troppo veloce. Scivola via senza ricordi, con troppi rimorsi e con soffocante malinconia.
Qualcuno diceva che ci vogliono tanti anni per diventare giovani.
Io penso che tutti pagherebbero per rimanere all'età di vent'anni al di là del fatto che ci si crede più giovani o meno giovani di altri.Che importa.
La vita è davvero una sola.
La vita è ora,il futuro: mi aspetta.

domenica 27 marzo 2011

Record.

Non un Dio, non certo Iaco, ma sicuramente un maestro, Houdini.

Quanto ci metteva per liberarsi da queste manette? E' dura, sono complesse e strette. Ben fatte, solide.

Come? 5 minuti e 37 secondi?

Dannazione. Il mio record è per ora 7 minuti e 20 secondi.

Mi immergo nello studio. Nella meditazione. Nella pratica.

Mi serve Iaco.

Il pittore.

Creare è la parola giusta.
Ma non mi parlare di filosofia,Aristotele non so chissia.
Io sono il Messia.
E questo dovrebbe bastare a chiudere ogni poesia.

venerdì 25 marzo 2011

La Coscia di Kierkegaard


E' strano come, in bocca ad un Dio, l'errata intenzione di una parola porti a riformulare un'intera filosofia. E' forse il linguaggio qualcosa più grande degli uomini, pur essendo da loro creato? Ne abbiamo il controllo?

Un fraintendimento e la parola non è più linguaggio, ma puro suono armonico del cosmo. Ritorniamo indietro, a quando l'uomo non esisteva, quando l'udito era percezione della verità, e non dell'artificio umano al servizio della menzogna.

Iaco è un Dio che non capisce, e non capendo ci mostra i nostri limiti. La nostra superbia di figli.